Navigatore per trekking: i consigli per una scelta sicura

navigatore per trekkingAnche per gli escursionisti è importante avere con sé un navigatore satellitare. In quanto elimina la necessità di dover consultare le mappe cartacee. Ci permette anche un migliore orientamento visto che viene segnalata sul dispositivo la nostra posizione attuale.
In commercio sono diversi i navigatori per trekking disponibili e ti aiuteremo a scegliere quelli che a nostro avviso sono i migliori, in quanto vantano tutte le caratteristiche essenziali.

Intanto, ecco a te tre offerte riguardanti dei navigatori per escursionismo che potrai acquistare ad un prezzo ribassato.

 

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2020 2:19

Migliori navigatori portatili per escursionismo

Tre i navigatori per trekking (o comunque utili per più attività all’aperto) che consigliamo di acquistare. Di tutti e tre i gps per escursionismo potrai anche leggere una recensione, in modo da approfondire la conoscenza del dispositivo. E conoscere pure il prezzo di acquisto.
Premesso ciò scopriamo quali sono i navigatori per trekking consigliati:

Miglior navigatore per escursionisti con bussola a 3 assi: Garmin Edge 30x

Il navigatore satellitare Garmin Edge 30x lo consigliamo per tre precisi motivi. Il primo riguarda la possibilità di sfruttare le mappe topografiche TopActive, quindi delle mappe più dettagliate rispetto a quelle “a linea”. Inoltre, non si basa solo sul satellite gps ma anche sul sistema russo Glonass, che comprende ben 24 satelliti. Quindi, vi è una maggiore copertura.
E il terzo motivo riguarda la bussola a 3 assi che garantisce un miglior orientamento, visto che mantiene il rilevamento anche se è inclinata e se stiamo fermi.
Per saperne di più su tale navigatore satellitare portatile per escursionismo, puoi cliccare su Garmin Edge 30x e leggere la nostra recensione.

Miglior navigatore satellitare con antenna Quad Elix: Garmin GpsMap 64s

Consigliatissimo il Garmin GpsMap 64s, in quanto vanta l’antenna Quad Elix (oltre che la bussola a 3 assi e le mappe topografiche). Molto utile perché garantisce la ricezione del segnale anche quando ci inoltriamo magari in boschi molto fitti o in valli profonde.
Per il resto si basa anch’esso sul sistema satellitare Glonass e grazie al “Live track” potrai condividere la tua posizione attuale (così, ad esempio, nel caso di un’emergenza i soccorritori sapranno dove sei).
Ulteriori info su questo navigatore satellitare portatile potrai averli cliccando su Garmin GpsMap 64s.

Miglior navigatore satellitare galleggiante: Garmin GpsMap 78s

Gps molto simile al Garmin GpsMap 64s, solo che il 78S non vanta l’antenna Quad Elix (comunque fa affidamento sul sistema Glonass e su funzioni utili come il Live Track e il TracBack). Ma una delle sue caratteristiche più innovative riguarda il design non solo impermeabile, ma pure galleggiante. Quindi, non c’è possibilità che il navigatore sprofondi sott’acqua.
Per le ulteriori info puoi cliccare su Garmin GpsMap 78s.

Navigatore portatile per trekking: le caratteristiche fondamentali

Ci sono delle caratteristiche che non devono mancare nel tuo navigatore satellitare per trekking. Tutte sono presenti nei modelli da noi suggeriti in alto, ma vogliamo ugualmente fare un’ulteriore panoramica su tali parametri fondamentali (a nostro modo di vedere).
Quindi, scopriamo nell’elenco in basso quali caratteristiche è necessario che siano presenti nel tuo navigatore satellitare per escursionismo:

  • Sistema satellitare Glonass. in quanto garantisce una copertura migliore perché non si basa solo sul segnale gps (sistema presente nel Garmin Montana 610)
  • Mappe topografiche: sono decisamente più dettagliate di quelle “a linea” e a tal proposito possiamo consigliare l’Oregon 750T.
  • Autonomia batteria di almeno 15 ore: ipotizzando un uso giornaliero del gps il minimo sindacale è che il navigatore satellitare abbia una batteria in grado di resistere almeno per 15 ore.
  • Bussola a tre assi: mantiene il rilevamento anche se incliniamo il dispositivo o stiamo fermi.